Stazione Meteorologica – MODELLI ANALOGICI

30 Giu 2018 - Progetti

È il momento di confrontare qualche stazione meteorologica per poter fare la scelta giusta, in questo articolo tratteremo quelle analogiche.

Abbiamo messo in elenco svariati design, dal classico al più moderno

TFA Dostmann 45.2033

Stazione analogica molto economica; può essere appesa oppure sostenuta da una basetta. Molto ben recensita indica:

  • temperatura da -15 a 60°C con precisione +/-1°C
  • igrometro da 0 a 100% con precisione 1%

 

 

 

 

Sunartis 3-4013 THB197


Questa stazione meteorologica è in acciaio inox, adatta quindi a tutti gli ambienti (interni ed esterni). Misura temperatura. umidità e pressione atmosferica. Gli indicatori si possono ruotare per una sua installazione orizzontale.

  • temperatura da -20 a 50°C
  • igrometro da 0 a 100%
  • barometro da 950 a 1070 hPa

 

 

 

Gardenmate Stazione Meteo Analogica 3In1


Se vi piace lo stile a “orologio” questa stazioncina fa al caso vostro, racchiude tutte le informazioni meteorologiche necessarie con un design molto alla mano.

  • temperatura da -20 a 50°C
  • igrometro da 20 a 98%
  • barometro da 960 a 1060 hPa

 

 

 

 

 

Gardenmate Stazione Meteo Analogica Bob


Essendo anche questa stazione in acciaio inox ma con retro in plastica, è adatta a tutti gli ambienti (interni ed esterni). Misura temperatura. umidità e pressione atmosferica.

  • temperatura da -30 a 60°C
  • igrometro da 0 a 100%
  • barometro da 960 a 1060 hPa

 

 

 

Citiamo due ultime stazioni “analogiche” abbastanza originali e simpatiche da possedere

 

Storm Glass


“Stazione meteorologica” non è proprio il nome adatto, quest’oggetto non misura dati meteorologici specifici ma il liquido contenuto in esso può variare da limpido a opaco fino all’effetto cristallizzato in base al clima; si tratta di un oggetto puramente sfizioso ed estetico che può fare la sua bella figura su una scrivania o su un mobile.

 

 

 

 

Modele Luxe


Questa stazione oltre all’igrometro ed al barometro ha il sistema galileiano per la rilevazione termometrica, tale sistema sfrutta il Principio di Archimede: posti due (o più) fluidi, quello di densità maggiore tenderà a scendere, infatti nel recipiente abbiamo il fluido maggiore (solitamente alcool) con dello spazio libero per la sua espansione, mentre nelle ampolline ci sono altri liquidi senza spazio libero così da mantenerli alla stessa densità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguici su Facebook

MeteoCapitale è un sito amatoriale sul meteo di Roma e dei Castelli Romani.

Link interni

  • cronaca
  • eventi climatici

  • progetti

  • galleria

Link esterni

Email: meteocapitale@gmail.com

Copyright 2019 - MeteoCapitale

Privacy Policy